Perché venire a Mores? Perché c'è Su Licàntzu!

Perché venire a Mores? Perché c'è Su Licàntzu! 


Ma non solo per questo, ovviamente.


Su Licàntzu
è sicuramente il posto ideale dove fermarsi a metà giornata per rilassarsi e farsi una bella mangiata all'insegna della buona cucina, prima di rimettersi in moto con una bella passeggiata tra le strade del centro storico di Mores. Oppure, se preferite (e noi ve lo consigliamo), venite a trovarci a fine giornata, a viaggio concluso, per chiudere in bellezza con una cena da buongustai, e così scoprirete un motivo in più per tornare a Mores.


Ma, davvero, perché andare Mores?

Perché ne vale la pena per un sacco di motivi e il primo e più evidente è che sul profilo del nostro paese svetta il campanile più alto di tutta la Sardegna. Si tratta del campanile della Parrocchiale di Santa Caterina, nel centro storico, che con i suoi 47 metri di altezza e il suo particolarissimo stile neoclassico valorizzato dalla trachite rosa tipica del nostro territorio, varrebbe da solo una visita.

Ma per fortuna, il campanile di Santa Caterina, progettato nell'800 dall'architetto Salvatore Calvia Unali che ora riposa dentro la parrocchiale, non è l'unico motivo di interesse in zona, né è l'unico simbolo di Mores.

Se ci fermiamo all'architettura, dobbiamo prima di tutto tornare indietro nel tempo, molto indietro. Diciamo che dobbiamo tornare indietro alle origini dell'architettura, all'epoca pre-nuragica, ai nuraghi, infatti, ci arriveremo dopo. Il periodo è quello intorno al 3500 a. C. e Mores  non era sicuramente come la conosciamo oggi, però il suo territorio era già piuttosto abitato e i suoi abitanti, ancora una volta, sapevano fare le cose in grande.

Per dimostrarcelo ci hanno lasciato uno dei più grandiosi esempi di architettura megalitica di tutto il Mediterraneo, il dolmen de Sa Coveccada (o secondo qualcuno S'Accovaccada). Un pezzo di bravura neolitica unico nel suo genere, sia per le dimensioni, che sono davvero importanti (è alto quasi 3 metri e largo altrettanto) sia perché rappresenta una pietra miliare nell'evoluzione dell'architettura funeraria della Sardegna arcaica.

Il fatto che i due capolavori simbolo di Mores siano costruiti praticamente con la stessa pietra lavica, segna sicuramente una bella continuità tra due estremi e crea un ottimo filo conduttore per dare uno sguardo a tutto ciò che si trova nel mezzo.

Per chi non lo sapesse, Mores si trova proprio al centro del Logudoro un ampio territorio che corrisponde all'antico Giudicato di Torres. E questo, per certi versi, voleva dire essere al centro della Storia. Motivo per cui la più grande strada della Sardegna, la Karalis-Turris Libisonis, quella che oggi chiameremmo Cagliari – Porto Torres, passava proprio per Mores.

Ma rimanendo ai tempi antichi, dato che siamo partiti da lì e di strada ce n'è da fare ancora tanta. Sulla storia di Mores e del suo territorio, infatti, veglia un altro testimone silenzioso che vale davvero la pena di visitare, e mi riferisco ovviamente a Monte Lachesos.

Al di là del meraviglioso panorama che si apre una volta giunti in cima, il Monte, facilmente raggiungibile percorrendo Via Lachesos, una traversa di Corso Vittorio Emanuele, è ricco di testimonianze del passato, in particolare di Domus de Janas, antichi luoghi di sepoltura ritenuti secondo le narrazioni locali come i luoghi in cui abitavano le Janas, le fate più o meno benigne della tradizione sarda. Hanno tutte nomi piuttosto evocativi come S'Istampa 'e Santu Marcu, Su Cunnu 'e s'Acca, S'Istampa de Sas Fadas e ci parlano, ancora una volta, di un passato lontano oramai circa 5000 anni, ma che non ha ancora smesso di affascinare e di rappresentare un altro ottimo motivo per fare una visita a Mores e al suo territorio.

Di tutti gli altri motivi vi parlerò un'altra volta, il tempo è sempre poco e le cose da dire sarebbero tante.

Ci vediamo a Mores, e vi aspettiamo a Su Licàntzu.

Dove siamo

Seguici sui social per tutti i nostri aggiornamenti
Contatti
  • Sas Terras Nostras Soc. Coop.

  • P.IVA 02790900902

Cala Gonone

© 2020 All rights reserved.